Posts made in luglio, 2015

Perché matrimoni e convivenze falliscono: matrimonio vivi o morti

Posted by on lug 2, 2015 in News | 0 comments

Perché matrimoni e convivenze falliscono: matrimonio vivi o morti

I dati dei matrimoni in Europa ci informano che un matrimonio dura circa 3 anni: più i matrimoni sono giovani meno durano. Le nostre relazioni sembrano aver perso solidità soprattutto a causa delle aspettative che si ripongono nell’unione “per sempre” . Un’interessante prospettiva sui legami d’amore ed esattamente sui matrimoni è quella di Adolf Guggenbuhl-Craig, esposta nel libro “Matrimonio vivi o morti”. Secondo questo autore è possibile affrontare il matrimonio dal punto di vista del benessere o da quello della salvezza. Appartengono al concetto di benessere un’alimentazione adeguata, il riparo dalle intemperie, l’assenza di paure esistenziali, un saltuario appagamento sessuale, un’attività fisica piacevole e mai troppo intensa. All’idea di benessere corrisponde la possibilità di soddisfare, senza troppi sforzi, parecchi bisogni materiali. Il benessere non appartiene solo alla sfera dell’appagamento di bisogni fisiologici. Ad esso sono indispensabili anche il senso di appartenenza ad un gruppo e anche una buona dose di sicurezza che deriva dalla possibilità di avere rapporti umani positivi con la famiglia, ma anche con amici e conoscenti. Non rientrano nel concetto di benessere le tensioni, le insoddisfazioni, la paura, l’odio, i conflitti, la ricerca della verità irraggiungibile, il confronto con il male e la morte e ovviamente la malattia fisica e psicologica. L’ovvio correlato del benessere è la felicità: coloro che vivono nel benessere sono anche felici e contenti. Esistono poi, secondo questo autore, innumerevoli percorsi di salvezza, così come esistono numerose religioni e filosofie. Il concetto di salvezza che noi abbiamo è di derivazione cristiana e ha a che fare con la “salvezza dell’anima”. Nel linguaggio religioso salvezza significa cercare e trovare il contatto con Dio. Secondo questa concezione la salvezza in terra non può mai essere raggiunta perché il peccato e la morte, l’allontanamento da Dio, opprimono in continuazione. Il raggiungimento della salvezza è legato alla domanda del senso, che non potrà mai ottenere risposta. Anche in filosofia si parla spesso di ricerca di significato, dell’esperienza del senso della vita. Per i buddisti la salvezza è rappresentata dal Nirvana, ma prima di iniziare ad aspirare ad esso l’uomo deve essere colpito da vecchiaia, malattia e morte. La salvezza rappresenta una meta, un’utopia e nella nostra esperienza umana essa può solo essere intuita. Anche nella psicologia junghiana si distingue il benessere dalla salvezza. Si persegue il benessere del paziente quando lo si aiuta ad adattarsi all’ambiente e ad affermarsi liberandolo dai suoi meccanismi nevrotici, mentre perseguire l’individuazione, il diventare se stessi, ha a che fare con la salvezza. L’individuazione consiste nell’elaborazione attiva, difficile e piena di inquietudine della nostra psiche, fino all’unione degli opposti, simboleggiata ad esempio dal maschile e dal femminile. In altre parole, ogni uomo dovrebbe cercare il proprio percorso di salvezza nel modo che gli è più congeniale e tutti i percorsi di salvezza necessitano di un confronto con la sofferenza e la morte. Benessere e salvezza si contraddicono perché la salvezza non esclude la sofferenza, mentre il benessere ci spinge ad essere felici e a non tormentarci con domande alle quali non è possibile rispondere. Esistono numerosi percorsi di individuazione: l’arte, la cultura, il volontariato, la genitorialità, la tecnologia, il lavoro, la religione. Ognuno deve trovare una propria via di salvezza. Molti hanno percorso una via che hanno scoperto non essere la propria: molti hanno creduto di essere artisti e poi hanno scoperto che la propria via era altrove. Così come non tutti trovano la loro salvezza nell’arte o nella musica, così non tutti trovano la loro salvezza nel matrimonio, ma ancora oggi si pensa che chi non si sposa non è normale, come la povera zitella che non è riuscita a...

Read More
Download mp3